Sulla lingua italiana Gentiloni mantiene la promessa

Con l’assestamento di bilancio, ormai prossimo all’esame del Parlamento, il Governo ha mantenuto la parola data agli eletti all’estero circa il ripristino dei fondi tagliati, al capitolo 3153 del MAECI, in sede di stabilità varata l’anno scorso, a causa di una rimodulazione imposta dal ministero dell’Economia. Lo sostiene in un articolo su “La Voce di New York” Fucsia Nissoli. Infatti, sono stati assegnati 2,6 milioni alla Direzione Generale per gli italiani all’estero per essere utilizzati per reintegrare la dotazione destinata ai corsi di lingua e cultura italiana all’estero. Secondo Nissoli, Gentiloni e Amendola hanno mantenuto la parola confermando che l’attenzione verso la lingua italiana nel mondo di cui hanno parlato nelle varie occasioni di incontro istituzionali non era dettata dall’opportunità, ma da una vera e sentita convinzione politica e culturale.

(fonte La Voce di New York)