San Valentino all’italiana: eventi e luoghi per la festa degli innamorati.

Amore e Psiche

La festa degli innamorati è alle porte: sarà pur vero che la passione non conosce confini, ma sono soprattutto gli italiani a festeggiare San Valentino con cene romantiche, regali, fiori e scambio di promesse di eterno amore. La ricorrenza ha una tradizione antichissima, che risale addirittura ai tempi dei Romani: in una delle tante leggende Valentino è descritto come un prete ribelle che paga con la vita il fatto di celebrare di nascosto i matrimoni dei soldati, in barba ad un editto imperiale che lo vietava. Già nel Medioevo la reputazione del santo è molto diffusa in Francia ed Inghilterra. La data della festività deriva dalla sovrapposizione del culto cristiano al rito pagato dei Lupercalia romani, che si svolgevano nel mese di febbraio ed erano dedicati al Dio Fauno, protettore dei boschi e della natura e, in senso lato, della fertilità. Durante le celebrazioni, le donne avevano l’usanza di scrivere il proprio nome su un bigliettino e di deporlo in un’urna dalla quale veniva poi estratto a sorte da giovani in età da matrimonio. Così pare abbia avuto inizio la tradizione dei valentini, i biglietti con messaggi d’amore e poi l’usanza di festeggiare il giorno degli innamorati con lo scambio di regali.

Il giorno di San Valentino è davvero speciale nella romanticissima Italia e in alcune città lo si festeggia in modo davvero particolare. A Terni, in Umbria, San Valentino è addirittura il patrono e si organizza il Cioccolentino, una kermesse dedicata al cioccolato: le vie del centro storico si popolano di golose bancarelle e durante la manifestazione si offrono degustazioni, laboratori sul cioccolato artistico e la cucina gourmet. La domenica che precede la ricorrenza, inoltre, nella basilica dedicata al santo si celebra la Festa della Promessa: coppie di fidanzati, provenienti da tutta Italia e che convoleranno a nozze entro la fine dell’anno, si promettono amore eterno prima dell’atteso sì e ricevono una benedizione da parte del Vescovo. Alle promesse spose vengono donati anche una pergamena nominativa scritta a mano e un bouquet di fiori. Per partecipare alla festa bisogna prenotarsi tramite il sito www.sanvalentinoterni.it a partire dal 15 novembre dell’anno precedente.

Ma quale città meglio di Verona può fare da cornice ad un romantico San Valentino? Durante la settimana del 14 febbraio gli scorci più intimi della città si tingono di rosso per rivivere l’amore contrastato di Romeo e Giulietta. Tutto il centro storico si trasforma per l’occasione con decorazioni, illuminazioni e affascinanti elementi che accompagnano gli innamorati tra i monumenti della città, avvicinandoli a interessanti appuntamenti con l’amore.

I festeggiamenti a Camogli, in Liguria, durano addirittura due settimane. Nella lunga serie di eventi romantici spicca la rassegna Poesie d’Amore: venti poesie selezionate da tutta Italia si trasformano in un romantico allestimento lungo il molo e le piazzette panoramiche del borgo. Presso la Casa dell’Ascot, sul lungomare, è possibile ritirare un cuore su cui scrivere i propri nomi e poi annodarlo alla rete sul molo del porticciolo. Le coppie tornano spesso per controllare, se nel corso degli anni, il cuore ha resistito al tempo e alle intemperie. Per l’occasione, i ristoranti regalano agli innamorati un piatto ricordo in edizione limitata, che con il tempo è diventato un vero e proprio oggetto da collezione.

Maggiori informazioni sugli eventi si possono trovare ai seguenti link:

Cioccolentino;

Verona il Love;

San Valentino… Innamorati a Camogli