Le università italiane devono attirare più studenti stranieri. Il prossimo passo?

Aumentare il numero di stranieri che studia in Italia. Alla fine dei due giorni di Stati Generali della Lingua Italiana nel mondo che si sono tenuti a Firenze, Mario Giro, viceministro degli Affari Esteri e padrone di casa dell’iniziativa, incassa il successo rappresentato dal notevole aumento di stranieri che hanno deciso di studiare l’italiano all’estero, e annuncia il prossimo obiettivo. «In questi due anni abbiamo scoperto che esiste una forte italo-simpatia, ora dobbiamo fare in modo che le università italiane e le scuole di specializzazione diventino più attrattive. Non è pensabile che ci sia una media del 4% di studenti stranieri. La domanda esiste ed è molto più alta. Manca l’offerta», spiega.

È una volontà pienamente condivisa dal premier Matteo Renzi che proprio dopo essere intervenuto agli Stati Generali a Firenze è andato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa a lanciare quello che suona quasi come un avvertimento per le altre università: «L’Italia ha un gigantesco problema di autostima, come un quindicenne che ha talento, ma non ci crede. Non continuiamo con la retorica della fuga dei cervelli. Il punto centrale è che bisogna aprirsi, bisogna trovare il modo di essere attrattivi, a me interessa quanto attraiamo altri talenti, aprendosi alla competizione internazionale come avviene qui al Sant’Anna dove uno studente su 4 è straniero».

Università più internazionali, insomma, è l’obiettivo del governo e Mario Giro è pronto a scommettere di potercela fare. «Anche due anni fa c’era molto scetticismo quando abbiamo iniziato a parlare di lingua italiana all’estero. L’italiano era considerato una lingua morta, vecchia, finita, legata a un’introversione dovuta all’idea che la nostra sia una lingua debole. Due anni dopo, grazie al nostro lavoro abbiamo scoperto che la nostra lingua non è affatto debole, anzi, è il contrario». In base ai dati raccolti attraverso la rete di informazioni organizzata dal Ministero degli Esteri e pubblicata sul Portale della Lingua Italiana www.linguaitaliana.esteri.it nell’anno scolastico 2014/2015 sono stati 2 milioni 233 mila 373 gli studenti stranieri di lingua italiana nel mondo. Un notevole aumento rispetto al milione e 700 mila studenti del 2013/14 e al milione 522 mila dell’anno scolastico 2012/13.

(Fonte La Stampa)