Scuola, gli alunni stranieri sono per la prima volta più di 800mila

studenti-stranieriLa presenza di alunni stranieri nelle classi italiani supera per la prima volta le 800mila unità, ma il boom degli ultimi anni è solo un ricordo. Per la prima volta, la presenza straniera tra i banchi delle scuole italiane ha superato le 800mila unità, un traguardo impensabile soltanto qualche anno fa, quando all’alba del nuovo millennio – nel 1999/2000 – gli allievi con cittadinanza non italiana erano appena di 119.679.

E, in percentuale, l’incidenza era di 1,5 alunni su cento frequentanti. Nel 2013/2014 siamo a quota nove su cento presenti in classe. Da allora il loro numero è cresciuto a ritmi sostenuti: all’inizio, del 16 per cento all’anno, poi del 10 per cento. Per calare al sette per cento nel 2009/2010 e al quattro per cento nel 2012/2013. Ma nell’ultimo anno censito, si è registrato un incremento del due per cento con un aumento di figli di stranieri di appena 16mila unità: il minimo dal 2000 ad oggi. Segno di un fenomeno che sembra ormai stabilizzato. Quello che è stato un tumultuoso incremento, anno per anno, del numero di allievi con cittadinanza non italiana nelle scuole nostrane è un fenomeno ormai virtualmente consolidato e per la politica è tempo di bilanci e decisioni importanti. Una riguarda la ‘Buona scuola’ del governo Renzi che dovrebbe aggiungere al lungo elenco delle classi di concorso anche l’italiano per stranieri.

(Fonte La Repubblica)